/ News

4 tipologie di Crowdfunding che potrebbero fare al caso tuo

Perché avviare una raccolta fondi? Attraverso il crowdfunding, puoi raccogliere rapidamente e facilmente fondi per le cause che ti stanno a cuore, il tutto creando una comunità di sostenitori desiderosi di aiutare e che la pensano come te.

Il crowdfunding può essere una forma di fundraising adatta a te se hai bisogno di raccogliere fondi velocemente, come nel caso di un'emergenza personale o finanziaria, o se vuoi sostenere un progetto o un ente di beneficenza che ha bisogno di fondi entro una scadenza, oppure se ti servono fondi per far crescere la tua startup.

Assicurati di considerare le seguenti caratteristiche quando scegli il tipo di crowdfunding che fa per te e di conseguenza la piattaforma di crowdfunding.

Donation Crowdfunding:

questo è il tipo più comune di crowdfunding, gli utenti donano (tipicamente piccole somme di denaro) a una causa senza aspettarsi nulla in cambio. Il crowdfunding basato su donazioni non richiede che la raccolta fondi ripaghi i finanziatori e viene utilizzato per raccogliere fondi spesso per esigenze personali e progetti che partono dal basso o su esigenze della comunità. Puoi condividere la tua raccolta fondi con la tua rete e sui social media per aumentare la consapevolezza e incoraggiare più donazioni. Esempi di crowdfunding basato su donazioni includono la raccolta di fondi per coprire le spese mediche o una crisi finanziaria inaspettata o la raccolta di fondi per progetti locali come un orto comunitario o un nuovo parco.

Equity Crowdfunding:

questo tipo di crowdfunding raccoglie capitale per le piccole imprese o le startup in fase iniziale. L'equity crowdfunding chiede alle persone di investire denaro e in cambio ricevono una percentuale di partecipazione nell'azienda; questa percentuale varia a seconda dell'azienda e dei fondi investiti e può essere un ottimo modo per le aziende di raccogliere rapidamente fondi tramite una piattaforma, come su Two Hundred. L'equity crowdfunding è la soluzione migliore per le startup e piccole e medie imprese che cercano una grande quantità di capitale per avviare o far crescere la propria attività, concedendo agli investitori una piccola quantità di azioni nella società.
Per i novelli imprenditori, l'equity crowdfunding è un'ottima alternativa alla ricerca di investitori accreditati o angel investor o alla garanzia di finanziamenti di capitale di rischio.

Reward Crowdfunding:

le piccole imprese, le startup e le organizzazioni non profit utilizzano comunemente questo tipo di campagna di raccolta fondi. Il reward crowdfunding utilizza spesso un sistema di donazione basato su livelli, il che significa che la raccolta fondi fornirà ai sostenitori una ricompensa, come un servizio o un nuovo prodotto, in cambio di un importo di contributo predeterminato. Il reward crowdfunding non richiede che la raccolta fondi ripaghi i finanziatori, ma i donatori possono guadagnare premi in base all'importo che donano, e solitamente includono oggetti fatti a mano, premi donati da società partner o prodotti o servizi gratuiti offerti dall'organizzatore della raccolta fondi. Ad esempio, un artista che raccoglie fondi per avviare una collettiva e una galleria d'arte potrebbe offrire opere d'arte originali firmate, repliche o persino un laboratorio d'arte gratuito in base all'importo donato.

Lending crowfunding:

conosciuto come social lending o P2P lending questo tipo di finanziamento prevede l’erogazione di un vero e proprio prestito attraverso piattaforme online. Lo scopo di questa tipologia è quello di prestare soldi a persone o imprese alla ricerca di fondi che saranno usati per la crescita del progetto stesso, a fronte però di un interesse e del rimborso del capitale. I soldi quindi saranno restituiti al prestatore con un interesse. In buona sostanza è una forma di finanziamento alternativo tra privati che avviene tramite piattaforme online. Il lending crowdfunding è nato per aiutare aziende, professionisti e soggetti privati che non riescono ad ottenere finanziamenti dagli istituti di credito tradizionali perché non possiedono i requisiti richiesti per la concessione del prestito bancario. I vantaggi però non sono solo per coloro che ricevono il finanziamento ma anche per i soggetti investitori, chiamati prestatori. Per questi soggetti infatti esistono opportunità di guadagno interessanti in quanto, in cambio del denaro concesso per sostenere un progetto, ottengono il rimborso del capitale maggiorato dagli interessi proposti. I fondi raccolti potrebbero essere soggetti a tassi di interesse a seconda del contratto firmato da entrambe le parti.