/ appetito

IL BUSINESS MODEL DI APPETITO

Distinguersi in un settore in cui aumentano sempre di più i competitor ma in cui il servizio non gode di grande innovazione, in quanto lo stesso servizio è già innovativo in sé, dato che in ballo c’è la digitalizzazione di un processo ma anche – se non soprattutto - di un’abitudine, non è semplice.

Per queste ragioni Appetito ha deciso di differenziarsi dalla concorrenza partendo già dal suo business model, seguendo tre principi cardine:

  1. Territorio
  2. Coinvolgimento
  3. Servizio

Il fulcro da cui è partito il progetto è la periferia italiana. Guardando i numeri, quasi il 70% della popolazione italiana vive in periferia, nonostante ciò, la periferia continua a subire un gap – in costante aumento – di servizi rispetto alle città.

Così Appetito è partita dalle province, abolite di nome ma non di fatto, coinvolgendo i commercianti di quelle zone in un percorso di innovazione digitale, raccogliendo dati e scoprendo man mano le differenze fra un servizio di digital food delivery in città ed uno in periferia.

pitch-1597f48b-3933-40b4-8c4b-e33eeb0df01e_optimized_optimized

Appetito è un network diretto fra i commercianti di una specifica area di periferia ed i suoi abitanti, nato per entrare nel mercato del food delivery, iniziando ad operare in quelle aree prive di competitor, con l’obiettivo di diventare il primo aggregatore di servizi food related del Paese nei prossimi 5/8 anni.

Per la sua espansione si rivolge agli imprenditori di tutto lo stivale, che vogliono apportare un’innovazione digitale nel loro territorio potendo coinvolgere a loro volta i commercianti di tutte le aree di periferia presenti in Italia.

Ognuno nella propria zona, con l’obiettivo di portare innovazione attraverso i servizi nella propria area di abitazione, o di lavoro.

business-model-eb0efbf7-8f64-4466-82e2-001fe79214d8_optimized

Il modello si basa sulla creazione ed organizzazione sul territorio nazionale di 44 cluster geografici con caratteristiche predefinite, ciascuno gestito in esclusiva da un gruppo imprenditoriale di almeno 3 persone.

La previsione è di avviare i primi 2 cluster entro la fine del 2022.

market-e-competitor-aa5079f3-4fb1-4739-9c27-e1a48651d3a4_optimized_optimized

Ciascuno dei cluster individuati avrà la possibilità di sviluppare il servizio offerto da Appetito in esclusiva, potendo contare sull’utilizzo del marchio, la piattaforma di back office per la gestione e l’inserimento di nuovi locali, stampanti termiche da consegnare ai ristoratori per la ricezione e la stampa automatica degli ordini e naturalmente tutta la formazione legata all’utilizzo degli strumenti ed alla fruizione del know how, al costo di un pagamento una tantum e del 3% annuo sul transato tramite la piattaforma, scontato all’1,5% per il primo anno.

Il tasso di affiliazione di nuovi franchisee è anch’esso crescente, con i primi due cluster da aprire entro fine 2022 ed una crescita esponenziale nel corso del quinquennio 2023-2028.

VAI ALLA CAMPAGNA DI APPETITO!

Team

Team

#WeAre200 Hai domande? Scrivi a info[at]200crowd.com

Read More