/ news

Credito alle imprese: le opportunità del Fintech

Crowdfunding, social lending, Credito di filiera, economia etica e moneta virtuale... ecco come il fintech intercetta la domanda di finanziamento da parte delle imprese che le banche tradizionali non riescono a soddisfare.

Per comprendere la rilevanza che l’attuale mercato del fintech ha nel mondo delle imprese italiane ci basta dare un’occhiata agli ultimi report relativi al calo e alla stagnazione dei prestiti da parte delle banche alle PMI negli ultimi anni.

Una situazione che ha contribuito al rallentamento della ripresa economica, ma che oggi, grazie alla digital innovation che ha colpito anche il mondo del lavoro, può contare su realtà tecnofinanziarie in grado di sostenere e far crescere l’imprenditoria.

Quali sono le opportunità che il fintech offre alle imprese? La finanza alternativa applicata alle aziende si declina in tantissime forme e apre a diversi scenari, e anche l’Italia ha abbracciato questa innovazione/trasformazione. Dall’equity crowdfunding al p2p lending, passando per invoice trading ed economia circolare, sono tanti i metodi e le soluzioni messe a disposizione dal fintech per ottimizzare le prestazioni finanziarie e semplificare l’accesso al credito da parte delle PMI. Vediamone alcuni.

Equity Crowdfunding

Con la liberalizzazione del crowdfunding allargato alle PMI-srl da parte di Consob anche le piccole e medie imprese tradizionali e non solo le startup innovative possono raccogliere capitali di rischio e puntare a una crescita attraverso raccolte fondi online.

Le piattaforme di equity crowdfunding come 200Crowd, MamaCrowd e CrowdFundMe sono un modo sicuro, efficace e semplice per bypassare le banche nel processo di ottenimento di fondi; inoltre le campagne di crowdinvesting sono un’ottima occasione per avere visibilità.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO SU MONEY.IT