/ Investor Inspiration

Crowd Society, chiedi alla Folla quello che non può esser pagato a nessun prezzo

 

L'economia è in continuo cambiamento e, soprattutto negli ultimi 20 anni, ha vissuto diverse evoluzioni. Sarebbe sbagliato credere che il capitalismo sia immutabile, esiste da sempre ed è sempre in cambiamento. La Sharing Economy ne ha dapprima mostrato alcuni aspetti evolutivi e la Crowd Economy negli ultimi anni ne ha fissati degli altri.

Come funziona la Crowd Economy?

La Crowd Economy punta tutto sul coinvolgimento della folla nel prendere una decisione, dalla realizzazione di un prodotto o di un servizio, al finanziamento di un'azienda sotto forma di investimento o di prestito. Crowdsourcing e Crowdfunding sono i primi fenomeni di questa evoluzione del mercato e stanno già manifestando il loro grande potenziale. 

Il crowdsourcing deriva dalla fusione di due concetti: crowd e outsourcing, di base l'esternalizzazione aziendale attraverso il web. Si tratta dello sviluppo collettivo di un progetto da parte di numerose persone esterne all'entità che ha ideato il progetto stesso.

Inizialmente era una pratica che si basava sul lavoro di volontari e appassionati, che dedicavano il loro tempo libero a creare contenuti e risolvere problemi. Le community open source sono state le prime a trarne beneficio, come nel caso di WikipediaOggi il crowdsourcing rappresenta un'apertura delle aziende alla collettività che viaggia soprattutto sul web, un nuovo modello di open enterprise con il quale i lavoratori freelance hanno la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.

Un altro fenomeno della crowd economy è il crowdfunding, ovvero la contribuzione collettiva permette a progetti e imprese di finanziarsi tramite l'apporto, a volte anche molto modesto, di tante persone. Inizialmente focalizzato al finanziamento di progetti sociali o culturali, come una volta si usava fare con il mecenatismo, oggi il crowdfunding presenta svariate forme, dalle donazioni ai prestiti, dagli investimenti alle pre-vendite, che permettono di finanziare in tutto il mondo progetti ed imprese di differenti tipologie: dal cinema alla tecnologia, passando per ecologia ed immobiliare.

 

Il mercato mondiale del crowdfunding vale oggi 34 miliardi di $

 

Cosa aspettarsi allora dalla Crowd Economy?

E' indiscutibile pensare che fenomeni come l'esternalizzazione di alcune attività lavorative avvengano soprattutto per ridurre i costi di realizzazione dei progetti, mettendo in competizione le persone in contest che hanno come obiettivo l'accaparramento di un lavoro, spesso poco retribuito. Questo fenomeno, che ha il nome di Turk Myth, porta a pensare che probabilmente molto presto, questi lavori automatizzabili (come il caso dei driver di Uber, o i delivery guy di Deliveroo), verranno realizzati da robot che sostituiranno le persone. 

La realtà invece è ben diversa, o meglio, dev'essere vista in modo ben diverso.

La domanda giusta da porsi è: Perchè rivolgersi al crowd, alla folla? Qual'è il vero valore aggiunto?

Qual'è la differenza per un'azienda che, a parità di prezzo, vuole realizzare un video, tra il chiedere ad un'agenzia o utilizzare una piattaforma di crowdsourcing?

Oppure ancora, la differenza per una startup a convincere 1 investitore a finanziarlo per 100.000 € oppure convincere 100 persone ad investire 1.000€?

 

Chiedi alla folla, quello che non può essere pagato a nessun prezzo

 

Apparentemente, se ci basiamo solo sul valore del servizio/ prodotto/ investimento che riceviamo, diremmo nessuna. Probabilmente potrebbe risultare anche molto più stressante ed impegnativo, anzi sicuramente lo è visto il numero di persone da coinvolgere e coordinare rispetto alla singola agenzia/ persona /investitore. 

Ma la verità è che il valore aggiunto è nella capacità di aver coinvolto tante persone, nella creazione di una community che accompagnerà il progetto per il resto della sua vita, nella condivisione di un percorso e di un sogno.

Il valore aggiunto è la partecipazione, la condivisione e la creazione di una community. Questo è quello che dobbiamo ricercare nella crowd economy, questo è il vero valore.