/ Investor Inspiration

Crowdfunding fa rima con business e marketing

Alcune aziende pensano che il crowdfunding sia "solo" un modo rivoluzionario per ottenere e finanziare progetti creativi e innovativi. Altre credono che sia "solo" un modo per democratizzare investimenti. Ma il crowdfunding è molto di più!

Durante una campagna di crowdfunding, il progetto iniziale viene discusso e presentato ai potenziali clienti, a cui viene chiesto di sostenere il progetto per realizzarlo. In questa fase, il crowdfunding diventa uno strumento di ricerca e promozione, fasi che sono essenziali per qualsiasi attività commerciale.

Spesso accade che durante il crowdfunding, la folla di persone che entra in contatto con l'imprenditore suggerisce nuovi punti di vista sul prodotto e permette di comprendere meglio i bisogni del pubblico potenziale. Inoltre i primi sostenitori diventano anche early adopter e ambasciatori dell'azienda.

Quindi il crowdfunding può essere usato dalle aziende per risparmiare molti soldi in costose ricerche di mercato prima di presentare i nuovi prodotti, raccogliendo il feedback della folla.

Come funziona la Crowd Economy?

La Crowd Economy punta tutto sul coinvolgimento della folla nel prendere una decisione, dalla realizzazione di un prodotto o di un servizio, al finanziamento di un'azienda sotto forma di investimento o di prestito. Crowdsourcing e e appunto il Crowdfunding sono i primi fenomeni di questa evoluzione del mercato e stanno già manifestando il loro grande potenziale.

Il crowdsourcing deriva dalla fusione di due concetti: crowd e outsourcing, di base l'esternalizzazione di processi e operazioni aziendali attraverso il web. Si tratta dello sviluppo collettivo di un progetto da parte di numerose persone esterne all'entità che ha ideato il progetto stesso.Oggi il crowdsourcing rappresenta un'apertura delle aziende alla collettività che viaggia soprattutto sul web, un nuovo modello di open enterprise con il quale i lavoratori freelance hanno la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.

Un altro fenomeno della crowd economy è il crowdfunding, ovvero la contribuzione collettiva permette a progetti e imprese di finanziarsi tramite l'apporto, a volte anche molto modesto, di tante persone. Inizialmente focalizzato al finanziamento di progetti sociali o culturali, come una volta si usava fare con il mecenatismo, oggi il crowdfunding presenta svariate forme, dalle donazioni ai prestiti, dagli investimenti alle pre-vendite, che permettono di finanziare in tutto il mondo progetti ed imprese di differenti tipologie: dal cinema alla tecnologia, passando per ecologia ed immobiliare.

Oltre la raccolta di capitali

Su 200Crowd lanciamo campagne di equity crowdfunding con azienda ad alto potenziale di crescita in cui, attraverso anche investimenti che partono da 500€, gli investitori della rete possono partecipare e fornire capitali in cambio di quote societarie.

Quello che in pochi sanno però è che le aziende che fanno raccolta sul nostro portale oltre alle risorse finanziarie ricevono molto, molto di più.

Durante una campagna di equity crowdfunding l'esposizione mediatica per le aziende è massima, anche perché per alcuni mesi di raccolta, e di preparazione alla campagna, il piano di comunicazione è studiato nei minimi dettagli, anche grazie al supporto del nostro TEAM, e lo sa benissimo Soisy, che grazie al suo record di raccolta non ha trovato solo soldi ma anche clienti e visibilità.

"Prima di tutto, il team di lavoro di 200crowd ci è piaciuto molto. Da Matteo a Nicola passando per Flavia, sin dal primo momento ho pensato che esistesse un'affinità naturale tra noi e loro. E lavorarci insieme ha confermato questa sensazione: abbiamo chiuso il round segnando il record del fintech in Italia, con 1.250.000€ raccolti in solo 8 giorni, ma soprattutto scandendo la settimana con tantissime uscite stampa e interviste, l'ultimo giorno quando abbiamo riaperto la campagna squillavano tutti i cellulari in ufficio. Il tutto condito sempre da calma, serenità e ottimismo nei due team che lavoravano a 4 mani." Afferma Pietro Cesati, founder e CEO di Soisy che continua: "insomma, nonostante 8 giorni siano pochi per attivare i giornalisti, in realtà abbiamo raccolto più di quanto avevamo previsto. E Soisy è molto più conosciuta oggi di quanto lo fosse prima. Quindi è stato un successo sotto tutti i punti di vista. Economico certamente, ma anche per l'impatto che ha avuto sulle conversazioni: ora siamo più conosciuti e considerati più grandi di quanto la percezione fosse in anticipo."

Soisy_Is_overfunding

Ma come detto, non ci si ferma al mero reperimento di finanziamenti, infatti l'azienda ha risocntrato un incremento sostanziale del business: "e oltre le uscite stampa e l'esposizione mediatica, i mesi di dicembre e gennaio sono stati mesi record anche per nuovi clienti e investimenti sulla nostra piattaforma, a dimostrazione che la campagna di crowdfunding non ha portato solo soci, competenze e equity ma anche fiducia verso il brand, che si è trasformata in conversioni durante tutta la campagna e immediatamente dopo."

Ci sono anche dei dati che dimostrano quando detto da Pietro Cesati, in questo grafico si possono infatti vedere il numero di visite che hanno avuto un impennata consistente nei mesi di campagna.

crowdfundig_marketing_soisy

Anche Pierluigi Casolari, CEO di YoAgents, ha notato benefici dalla campagna di equity crowdfunding su 200Crowd.com grazie alla quale l'azienda ha trovato anche un terreno fertile per amplificare il business. “durante la campagna di equity crowdfunding su 200crowd abbiamo registrato un aumento di richieste da parte di aziende alla ricerca di agenti di commercio” afferma appunto Pierluigi Casolari.

eligo_crowdfunding_marketing

Anche Eligo, la startup che ha rivoluzionato il mondo della sartoria di lusso ha tratto un grande beneficio dalla campagna, non solo economico: “abbiamo lanciato una campagna di crowdfunding con il primario obiettivo di raccogliere capitali per la crescita, ma subito ci siamo accorti come questa fosse un connubio perfetto col nostro business" ci racconta Naomi Kohashi, CEO e founder dell'azienda, che continua: "rapidamente la campagna è diventata uno strumento di marketing potentissimo per aumentare la nostra Community di Sartorialist e clienti, fidelizzando anche la base esistente. Abbiamo individuato oltre 100 nuovi clienti e 5 Sartorialist tramite la nostra campagna, trovando anche investitori disposti ad aiutarci in altre città e mercati".

Insomma, quando una campagna è ben studiata e progettata e tutto il TEAM lavora in modo costante e coeso, il risultato non sarà mai solo economico.

Cosa aspetti, dai alla tua azienda l'opportunità di crescere con una campagna di equity crowdfunding.