/ blasterfoundry

Gaming: lo strumento perfetto per coinvolgere la tua audience

Blaster Foundry raggiunge l’obiettivo minimo a sole tre settimane dall’apertura della campagna di equity crowdfunding. La startup che unisce il mondo dei videogiochi al marketing per migliorare l’engagement tra brand e clienti ha già raccolto più di 60.000€ sulla piattaforma 200crowd.com

Nel mondo frenetico di oggi la comunicazione dei brand deve continuamente sapersi innovare per poter raggiungere al meglio la propria audience.
Quante volte infatti nella vita quotidiana ci capita di essere sottoposti a pubblicità, tramite i cartelloni in giro per la città, o spazi pubblicitari in tv o quel fastidioso video che ti impedisce di vedere subito il tuo canale su youtube preferito? In tutto questo, il nostro occhio è diventato un vero maestro ninja nello schivare tutte queste pubblicità. Il fenomeno, è ben noto da parte delle aziende ed è conosciuto come AD-BLINDNESS.

Come si raggiungono quindi in maniera efficace le persone?
Blaster Foundry punta tutto sui videogiochi.

Jerry Gregoire, ex Chief Information Officer di Dell, afferma così:

L'esperienza del cliente è il prossimo campo di battaglia competitivo.

I videogiochi sono esperienze interattive alla portata di tutti, che raccontano storie e fanno vivere magie.

Proprio grazie a questo strumento i brand possono raccontarsi alla propria audience in modi tutt’altro che banali, in un’ambiente divertente ma anche stimolante. Questa tipologia di videogiochi viene chiamata advergame. Cosa sono nel dettaglio?
Fondamentalmente sono dei videogiochi, spesso semplici e veloci da giocare, dove all’interno vengono richiamati elementi del brand, come i colori, gli elementi grafici o addirittura i prodotti. Ne esistono di diversi tipi.
In alcuni viene fatto del product placement più esplicito, in questo caso l’obiettivo è proprio quello di fare awareness su un nuovo tipo di prodotto ma anche sensibilizzare su nuovi servizi o nuove feature. In altri è possibile, a fronte di determinate conquiste all’interno del gioco, ricevere sconti o coupon da utilizzare per esempio all’interno di un e-commerce o in un negozio fisico, aumentando lo scontrino medio. In altri ancora, il product placement può essere meno presente, a favore di obiettivi come l’associazione del brand a valori raccontati nel gioco. Pensate per esempio a un brand che vuole associare la propria immagine a valori di sostenibilità.

Negli esempi citati sono emersi alcuni degli obiettivi che è possibile raggiungere tramite gli advergame. Tra questi possiamo trovare anche la brand awareness, sfruttando la naturale viralità dovuta al passaparola o alla condivisione dei propri risultati nel gioco, il brand può arrivare a raggiungere organicamente moltissime persone. È possibile fare lead generation, grazie a meccanismi di gamification si può chiedere all’utente di lasciare un proprio contatto per sbloccare determinati componenti del gioco. Non ultimo migliorare l’esperienza del cliente, tramite il videogioco infatti si va ad aggiungere un tassello in più nella customer journey che permette di far interagire i brand con i propri clienti. Tutto ciò avviene in un ambiente digitale, dunque misurabile in termini di risultati.

Un esempio di successo è stato il gioco recentemente sviluppato da Blaster Foundry per Legolize, una delle più note pagine social umoristiche d’Italia. Si è trattato di un endless runner, ovvero un gioco dove Ugo, il personaggio principale delle vignette di Legolize, deve correre saltando gli ostacoli e raccogliendo delle monetine. A distanza di meno di una settimana dall’uscita del gioco Legolize: Ugo Run, inserito all’interno di una strategia di comunicazione sui social, ha generato:

  • 1.5 mln di impression
  • 100k likes ai post dedicati
  • 45k giocatori da 7 paesi nel mondo

Il gaming si conferma uno strumento incredibilmente potente per coinvolgere la propria audience. L’incontro tra videogiochi e marketing, può quindi generare nuove opportunità per le aziende e soprattutto creare un forte elemento di differenziazione.

Come vengono realizzati gli advergame?

Il team di Blaster Foundry realizza videogiochi sviluppati con tecnologia HTML5, un’evoluzione dello stesso linguaggio con cui si realizzano i siti web. Questo comporta due implicazioni. La prima è che il gioco è effettivamente un codice, che può essere installato con un semplice copia incolla, all’interno di un qualsiasi ambiente web, senza quindi la necessità di essere ospitato all’interno di una specifica piattaforma, né di dover scaricare qualcosa per poterci giocare. Ne consegue che il videogioco può essere giocato su qualsiasi dispositivo, PC, smartphone o tablet e tramite un semplice click a un link.
Ma la parte più interessante riguarda lo sviluppo. Si potrebbe infatti pensare che realizzare un videogioco sia tutto fuorché scalabile. È qui che entra in gioco la BFX, un plugin proprietario che permette di pre-sviluppare dei videogiochi che possono poi essere personalizzati in una fase successiva, mantenendo quindi la stessa struttura di gioco ma sostituendo la veste grafica. In questo modo Blaster Foundry è in grado di offrire ai clienti un catalogo di videogiochi personalizzabili, arrivando ridurre il tempo di sviluppo fino al 70%.

Grazie ai 60.000 già raccolti, Blaster Foundry intende ampliare il team e migliorare le proprie tecnologie per poter accelerare e scalare il processo di sviluppo dei videogiochi.

Al raggiungimento dell’obiettivo massimo si apriranno nuove opportunità, espandendo i propri servizi in ambito B2C con videogiochi premium crypto. Nello studio del mercato di riferimento è impossibile non notare una costante crescita nei confronti del settore del mobile games e web-games; per questo l’azienda ha l’intento di costruire un nuovo modello di revenue estremamente scalabile, grazie all’in-game advertising, agli in-app purchase e agli NFT. I videogiochi premium non si propongono solo come nuovo revenue stream ma come strumento per creare la community di Blaster Foundry alla quale offrire sempre maggior intrattenimento e sfide.

Se hai trovato interessante il progetto e vuoi investire nel mondo del gaming e marketing, visita la campagna crowdfunding di Blaster Foundry!

VAI ALLA CAMPAGNA DI BLASTER FOUNDRY!