/ Gioielleriaitaliana

Gioielleria Italiana: i gioiellieri e il bilancio del 2020

Un anno imprevedibile, un Natale che sarà una sorpresa, saremo pronti?

Il settore della gioielleria si trova in una situazione difficile da comprendere anche a livello di restrizioni imposte. Se è assolutamente ovvio che i nostri beni siano superflui e quindi le attività non siano da ritenere indispensabili è altrettanto vero che le gioiellerie hanno la facilità di gestire gli accessi grazie alle misure di sicurezza e che non sono una categoria merceologica che prevede particolari affollamenti o stretti contatti tra chi vende e chi acquista.

Il bilancio complessivo di questo anno per Gioielleria Italiana è sicuramente positivo per molti aspetti.
"Abbiamo vissuto un anno particolarissimo che ha visto diverse fasi: un ottimo inizio a gennaio e febbraio con risultati oltre le aspettative, un blocco totale conseguente al lockdown tra marzo e maggio e una fortissima ripartenza che ha avuto il suo apice tra fine agosto e fine ottobre. La percezione della prossima settimana sarà fondamentale per il fatturato di dicembre e per chiudere questo anno ricco di grandi soddisfazioni guardando al risultato del crowdfunding, al numero di gioiellieri che abbiamo coinvolto nel nostro progetto e alla crescita esponenziale rispetto al 2019".

I numeri di Gioielleria Italiana rispecchiano quelli di una start up in grande crescita: fatturato 2020 + 600% rispetto al 2019, oltre 100.000 euro di commesse da evadere, una campagna di equity crowdfunding che supera i 460.000 euro raccolti e che ha unito nel proprio capitale il più grande network di gioiellieri a livello europeo.

Va osservato che il settore della gioielleria preziosa tra maggio e ottobre ha fatto segnare una forte crescita rispetto al pari periodo del 2019; ha registrato una crescita non solo nel valore totale ma anche nel valore medio di acquisto.

L’aumento delle vendite è stato connesso a 2 principali motivazioni: lo slittamento di alcune cerimonie come matrimoni comunioni e cresime e il fenomeno del Revenge Shopping, spendere per sfogarsi o per premiarsi dopo un periodo di grande crisi è un comportamento ricorrente nella psicologia dei consumi.

Chi ha potuto permetterselo, successivamente al lockdown ha soddisfatto la propria fame di acquisti generando una forte ripresa.

Il Revenge Shopping ha storicamente favorito il settore dei viaggi e quello del lusso; a vantaggio dei beni di lusso, quest’anno c’è stata anche l’impossibilità o la poca sicurezza nel viaggiare.
Oggi vige una situazione di forte incertezza verso il Natale, in alcune regioni le attività sono chiuse e in altre c’è la preoccupazione di dover chiudere, nessuno ha la certezza di poter lavorare nel mese di dicembre che è anche il mese più importante dell’anno nel settore.

La gioielleria preziosa classica di cui si occupa Gioielleria Italiana fortunatamente non risente di mode e il valore intrinseco dei gioielli (oro e pietre preziose) è storicamente aumentato anno dopo anno.
Pertanto, scegliendo tra tutte le categorie merceologiche, il gioielliere si sente più rassicurato a comprare un gioiello prezioso classico piuttosto che un articolo di bigiotteria o di orologeria.

"Nonostante queste premesse molti gioiellieri, anche se tutt’oggi sono aperti, hanno bloccato gli acquisti, ma è fortemente probabile che a Natale le attività saranno aperte e conseguentemente ci sarà una forte crescita di richieste alla quale solo le gioiellerie più strutturate sapranno rispondere in modo adeguato".

La comprensibile prudenza negli acquisti ha portato oggi molti negozi ad essere sotto stock o a prevedere possibili ritardi, ma Gioielleria Italiana si sta strutturando nel miglior modo possibile per diminuire i normali tempi di consegna per il mese di dicembre, prevedendo numerose richieste last minute.

I gioiellieri che operano con Gioielleria Italiana sono finanziariamente solidi e imprenditorialmente lungimiranti, saranno pertanto capaci di farsi trovare preparati dai loro clienti e potranno contare sul massimo sforzo da parte di Gioielleria Italiana per essere loro di supporto.

VAI ALLA CAMPAGNA DI GIOIELLERIA ITALIANA!

Team

Team

#WeAre200 Hai domande? Scrivi a info[at]200crowd.com

Read More