/ doralia

Il team di Doralia: da Valenza a New York

Doralia è una startup nata nel 2018 dall’esigenza di portare un cambiamento nel settore del gioiello italiano.

copertina

L’obiettivo era e rimane quello di internazionalizzare i piccoli artigiani dei più importanti distretti orafi, dando loro la possibilità di vendere negli Stati Uniti d’America.
Non solo questo, ma Doralia mira a fornire ai suoi clienti internazionali un’esperienza a tutto tondo attraverso:

  • Una User Experience efficiente e di qualità grazie ad un sito curato che risulta facile da utilizzare e intuitivo.
  • La possibilità di prenotare pacchetti viaggio esclusivi e di lusso nelle località in cui vengono prodotti i gioielli venduti sull’e-commerce.

Il customer journey è perciò curato nei minimi dettagli.

Ma come nasce una startup di questa portata? Chi ne è l’artefice?

Il primo passo è sicuramente rivolto verso la creazione di un team che sappia collaborare efficacemente e che abbia alle spalle competenze tali da poter resistere ai rapidi cambiamenti di un settore in continua evoluzione e che sta vivendo un periodo di crescita esponenziale come quello del gioiello.

Il cuore di Doralia dunque è formato da:

Piero De Stefano, figura che ha un’esperienza di quarant’anni nel mondo del gioiello.

piero-de-stefano

Oltre ad essere stato lui stesso gioielliere e produttore, è anche un gemmologo affermato e riconosciuto a livello europeo. Ha fatto parte di Federpreziosi per più di vent’anni per cui, possiede tutte le competenze necessarie per affrontare sia temi commerciali sia tutte le dinamiche che riguardano la logistica e le analisi di prezzo dei gioielli.

Piero è diventato Managing Partner di Doralia nel 2020 perché c’era bisogno di una figura che si occupasse delle relazioni con gli orafi del centro-sud Italia. Si occupa quindi dei rapporti con le istituzioni, le associazioni di categoria e ovviamente con gli artigiani orafi partendo dal distretto di Roma fino ad arrivare alla Campania, alla Sicilia e alla Puglia.

Simone Tarantino, abita a New York da 23 anni.

simone-tarantino

Simone ha preso in mano il discorso del marketing per Doralia, quindi è lui che si interfaccia con le agenzie di comunicazione americane.

Ha sempre lavorato nel mondo del Business Development investendo in altre startup e fondando società in America con cui ancora collabora.

Inoltre, intrattiene per Doralia i rapporti con i laboratori di fiducia dislocarti sul territorio americano che si occupano delle eventuali riparazioni dei gioielli. Simone perciò mantiene in collegamento gli States con l’Italia in caso sopraggiungessero necessità che hanno bisogno di un intervento repentino e mirato.

Infine si occupa di Public e Marketing Relations, attività che hanno bisogno di essere sviluppate strada facendo per implementare la brand awareness statunitense.

Continuiamo con Alberto Romanò, nostro co-founder e CTO.

alberto-photo-2-compressor

Fin dal principio si è occupato di costruire tutta l’architettura Cloud e Software delle piattaforme di Doralia insieme ad altri collaboratori di lunga data, programmatori e sviluppatori IT.

Loro si sono occupati di trasformare in realtà:

  • doraliapro: la piattaforma dedicata ai produttori in cui essi possono immettere foto, dati e descrizioni degli oggetti preziosi da vendere sul marketplace.
  • doralia.com: il marketplace vero e proprio.

Il team si sta inoltre occupando dell’implementazione e continua gestione dei server AWS, siti negli Stati Uniti, oltre che delle operazioni di back-end con Magento2.

Essendo CTO, Alberto è considerato il problem solver tecnologico dell’azienda: si occupa degli aspetti tecnico-informatici necessari alla scalabilità del progetto.

È quindi una figura fondamentale, che si interfaccia con la strategia go-to-market costruita sul digital marketing e campagne promozionali.

Infine, Massimiliano Brustia completa il team.

max-vicenza

Collante delle varie figure che popolano l’universo di Doralia, è l’ideatore del marketplace avente come mission l’export del gioiello artigianale e di design italiano.

Massimiliano, come CEO si occupa di:

  • Talent Scouting al fine di creare un team talentuoso e perfettamente integrato nel mondo digital e che fornisca le basi per velocizzare la crescita di Doralia.
  • Business & Investor Relationships per continuare ad accrescere le relazioni tra artigiani, piccole realtà aziendali ed investitori presenti e potenziali.
  • Business Growth attraverso cui instaurare e gestire nuove partnership per ampliare l’offerta di Doralia in altri mercati e aumentare la brand awareness.
  • Monitoraggio KPIs e raggiungimento Milestones nei vari steps di crescita.

Questo è il team di Doralia: persone orientate al successo che vogliono sviluppare le potenzialità ancora inespresse dell’artigianato italiano.

Ora sta ai possibili investors credere in Doralia.

VAI ALLA CAMPAGNA DI DORALIA!

Team

Team

#WeAre200 Hai domande? Scrivi a info[at]200crowd.com

Read More