/ unyli

Unyli: accordi con i brand Chiara Ferragni, Armani Underwear e il piano "Future Unyli"

Tra gli obiettivi della campagna lanciata su 200Crowd, Unyli punta ad accelerare la crescita, puntando anche su partnership commerciali: la società ha stretto nuovi accordi con i brand Chiara Ferragni, Armani Underwear, Maison Lejaby, Miss Bikini, Anita, Skiny e Bleuforet. A luglio, inoltre, la startup ha avviato "Future Unyli", un piano di M&A dei punti vendita, che prevede anche la possibilità di assumere i proprietari degli store come dipendenti della società.

A poche settimane dal lancio della campagna di equity crowdfunding su 200Crowd.com, Unyli - ecommerce B2C e piattaforma multicanale per il settore dell’intimo - accoglie nella propria compagine partner e investitori strategici.
Tra i finanziatori che stanno prendendo parte al funding, infatti, oltre a Trentino Sviluppo che parteciperà in qualità di investor istituzionale, sottoscrivendo il 5% dell’aumento di capitale raccolto, c’è anche AD-archdesign, General Contractor che sarà partner per lo sviluppo della rete dei punti vendita e si occuperà delle opere murarie e della produzione degli arredi; Ad-archdesign, fondata da Andrea Piceni nel 2011, ha 8 dipendenti e si occupa di progettazione e realizzazione di arredamento per locali pubblici e commerciali quali ristoranti, bar, negozi e uffici, offrendo soluzioni d’arredo su misura con un'offerta “Chiavi in mano” e accompagnando il cliente in tutte le fasi di lavoro, dall'ideazione alla supervisione e realizzazione del progetto. AD-archdesign ha una forte expertise nel settore delle catene franchising, in particolare nella categoria food, che l'ha portata a realizzare in questi anni una crescita di fatturato 2020 vs 2019 pari a +123,5% con circa 4mln di ricavi e punta quasi a raddoppiare la crescita nel 2021.

Grazie a questa operazione, Unyli punta ad accelerare la strategia di crescita sul territorio italiano che include anche l’apertura di flagship store diretti, oltre che a investimenti in tecnologia e a un potenziamento della strategia di marketing e commerciale attraverso partnership con aziende del settore; in queste settimane l’azienda ha, infatti, stretto nuovi accordi con brand premium-luxury come Chiara Ferragni, Armani Underwear, Maison Lejaby, Miss Bikini, Anita, Skiny e Bleuforet che si aggiungono ad altre collaborazioni già attive con brand leader del settore. Le partnership prevedono la rivendita dei capi underwear, swimwear, nightwear e beachwear su tutto il circuito Unyli, ossia punti vendita diretti e affiliati e sulla piattaforma online.

A luglio, inoltre, Unyli ha lanciato il programma "Future Unyli" che prevede anche l'acquisizione della licenza dei punti vendita di intimo, beachwear e calzetteria con la possibilità di assumere i proprietari degli store come dipendenti della società Retail Capital. Attraverso il piano di M&A e le raccolte d'ordine dei negozi, la startup ha accelerato ulteriormente il piano di sviluppo e prevede di chiudere il 2021 con una crescita di fatturato pari a +180% (vs 2020), superando gli obiettivi previsti dal business plan.

"Il riscontro dopo il lancio della campagna di crowdfunding è stato molto positivo e la presenza di investitori autorevoli lo conferma: si tratta di un segnale davvero incoraggiante per Unyli e per tutto il settore" dichiara Francesco de Paolo, COO di Unyli "soprattutto per un mercato come quello dell’intimo, con un potenziale di crescita di 10 milioni di clienti caratterizzato però da modelli strutturali ormai obsoleti e scarsamente digitalizzati che rischiano di paralizzarne la crescita. Ci auguriamo che la campagna prosegua con successo per poter continuare a contribuire a questa rivoluzione tech in un segmento di mercato con significativi margini di sviluppo".

"Sin dalla nostra nascita seguiamo come General Contractor il segmento delle catene franchising, con una grande specializzazione nel settore food, attraverso la collaborazione con player primari di questo mercato. Investire in Unyli e in un settore come quello dell'intimo rappresenta l'inizio di un'avventura imprenditoriale sfidante che ci ha appassionato sin da subito. Inoltre, sostenere le startup ai loro esordi e accompagnarle nella crescita è sicuramente fonte di ispirazione ed un modo per contribuire alla costruzione del futuro tessuto economico italiano, fatto di innovazione, creatività e cultura imprenditoriale" dichiara Andrea Piceni, CEO di AD-archdesign.

"Unyli è una realtà che unisce il mondo fisico e il mondo digitale, la boutique sotto casa e lo store online, la professionalità dei negozianti e le esigenze di ogni donna e vuole dare a ognuna l’opportunità di trovare il capo di intimo femminile perfetto per sé, avvalendosi del supporto di figure competenti e fidate, strumenti innovativi e rivoluzionari e dei migliori brand di intimo. L’attenzione alla D&I guida ogni singola nostra azione interna ed esterna, infatti - come in questo caso - selezioniamo accuratamente brand con cui condividiamo la sensibilità ai valori dell’inclusione e il sostegno all’imprenditoria femminile" dichiara Valentina Fabbri, CEO di Unyli.

Unyli, brand della startup innovativa Retail Capital costituita dalle imprenditrici Valentina Fabbri e Vanessa Fiore con la collaborazione dell’esperto di settore Francesco De Paolo, sta trasformando il mercato dell’intimo, creando un sistema win-win per brand, negozi e consumatrici. Unyli è, infatti, l’unico sistema multicanale in questo settore basato su un modello phygital, che integra cioè il canale offline e quello online, selezionando i brand noti o ad alto potenziale e accompagnando i retailer in un percorso di digitalizzazione omnicanale. La digitalizzazione parte dal negozio fisico, attraverso un layout innovativo e una gestione informatizzata del magazzino e della logistica, consentendo così ai retailer da un lato di ottimizzare le vendite e le scorte di magazzino e dall’altro di aver accesso al canale di vendita web, attraverso l’e-commerce di Unyli e il servizio di personal shopping. I negozi affiliati diventano poi anche gli “hub” fisici, territoriali, presso cui vengono dirottati gli ordini raccolti attraverso lo store online. Unyli, inoltre, sta lavorando anche a una tecnologia proprietaria di misurazione delle forme che permetterà agli utenti di provare “virtualmente” tutti i capi presenti nei punti vendita per poter acquistare la taglia perfetta anche da casa.

La strategia di crescita dell’azienda ha incontrato l’interesse di Le Village by Crédit Agricole Milano, ecosistema aperto che sostiene la crescita delle startup e accelera l'innovazione delle aziende, e sposa i valori di Unyli legati all’inclusività di filiera e alla scalabilità internazionale.

La Campagna di crowdfunding sarà accessibile fino al 19/11/21 sulla piattaforma 200Crowd.com, dove sarà possibile investire nella società a partire da 500€.

VAI ALLA CAMPAGNA DI UNYLI!

Team

Team

#WeAre200 Hai domande? Scrivi a info[at]200crowd.com

Read More